Santiago Roncagliolo – La notte degli spilli

Vai alla scheda del libro

Ci sono libri dai quali fatichi ad allontanarti. Fatichi durante la lettura, fatichi quando li hai terminati.

La notte degli spilli” di Santiago Roncagliolo è sicuramente uno di questi. Un thriller psicologico dove i ruoli si ribaltano e la realtà dei fatti, pur essendo una, diventa quattro, perché quattro sono le voci che, a distanza di quindici anni, raccontano quanto accaduto in una Lima del 1992 unendo quattro ragazzi, compagni di scuola adolescenti, in un segreto di cui parlano davanti a una telecamera.

Quattro ragazzi ciascuno con una sua indole, che fronteggiano una società che si muove in un Paese in guerra civile e un mondo di adulti che non li comprende per incapacità, mancanza di volontà, a volte anche solo pensando di proteggerli. Ma esponendoli invece a dover da soli prendere decisioni che vanno al di là di loro e che li costringono a scelte nelle quali restano sempre più invischiati.

È un romanzo di crescita e di paura, di desideri e di rabbia, di speranze e di delusioni, di sperimentazioni e di curiosità, un romanzo dove chi dovrebbe essere una guida forse, a ben guardare, è lì solo per giudicare pensando di essere sempre dalla parte della ragione, e chi scatena un’azione che inevitabilmente diventa dramma, alla fine, è il gruppo per cui chi legge si trova a parteggiare.

Stile eccezionale, emozioni immense.

Sara

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.