Luca Occhi / Giorgio Ottaviani – Se perdo te

Vai alla scheda del libro

Dante, a conclusione del suo viaggio, chiudeva l’ultimo verso del Paradiso con la celeberrima frase “L’amor che muove il sole e le altre stelle”.

Ed è l’amore ad aver mosso e aver fatto da filo conduttore alla trama noir del libro di Luca Occhi e Giorgio Ottaviani: “Se perdo te”.

Tomas e Bianca dopo aver avuto una storia ai tempi del liceo, ed essersi persi di vista, come spesso accade quando obiettivi diversi si antepongono ai sentimenti, si ritrovano per caso dieci anni dopo, scoprendo che il loro legame è ancora profondo e più intenso che mai, nonostante Bianca sia sposata con Riccardo Loria, freddo uomo in carriera che nulla spartisce con la moglie. I due riprendono la loro relazione che si rafforza ad ogni incontro, e mentre Bianca decide di fare un breve viaggio nell’America Latina con l’amica di sempre Elena, Tomas ne approfitta per informare la sua migliore amica Katia che, al ritorno di Bianca, le chiederà di lasciare il marito e vivere con lui.

Il destino si intromette ancora una volta facendo precipitare il piccolo aereo da turismo su cui viaggiavano le due donne, nel tentativo di raggiungere l’ultima tappa del loro viaggio: Las Islas, un arcipelago caraibico.
La presunta morte di Bianca lascia Tomas incredulo, attonito, ma soprattutto incapace di rassegnarsi all’idea di averla persa, inizia così a raccogliere informazioni e a condurre un’indagine parallela e propria, nel tentativo di far luce oltre alle formali spiegazioni che lasciano troppi dubbi in sospeso e non forniscono alcuna risposta. Nel frattempo dorme sempre meno, e beve sempre di più. Perde il lavoro e si imbarca a sua volta per un viaggio verso gli inferi alla ricerca non solo di Bianca, ma anche dell’unica ragione di vita che gli sia rimasta.

Amore, disperazione, morte. Sono i tre principali ingredienti di un noir che ci conduce attraverso vite spezzate e desideri infranti. Con la lenta agonia di una ferita incapace di rimarginarsi e di un dolore che, potremmo dire parafrasando: spezza le vene delle mani. Un lento stillicidio della speranza che lascia spazio all’angoscia per raggiungere un finale pressoché inatteso.

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store


Golem Edizioni


Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.