Giovani “Prospettive” che faranno la differenza

Date i giusti input ai giovani e vi (ri)solleveranno il Mondo!

Chi siamo?

Un gruppo di studenti del biennio e del triennio del Liceo M. Mazzarello di Torino che ha deciso di «mettersi in gioco» per organizzare Prospettive, il Ciclo di Conferenze di seguito illustrato.

Che cosa abbiamo organizzato?

Conferenze ed eventi del mattino (riservato agli studenti)

30/01/2020 – La Finestra di Anne – Core Chrysalis
Core Chrysalis è un’associazione che mette in scena lo spettacolo “La finestra di Anne“, rivisitazione in chiave attuale della storia di Anne Frank che evidenzia come anche oggi sia necessario combattere per i propri ideali e per la propria libertà.

Lo spettacolo sarà introdotto dalla lettura di una lettera che la Senatrice Liliana Segre ha scritto al team di Prospettive e a tutti i ragazzi del Liceo Mazzarello.

03/02/2020 – Siamo fatti di-versi, perché siamo poesia – Guido Marangoni
Guido Marangoni nel 2015 è stato speaker ufficiale al TEDx con il suo talkLa potenza della fragilità”. Il suo obiettivo: sorridere dei luoghi comuni sulla sindrome di Down, per suggerire un rapporto propositivo e costruttivo nei confronti della diversità.

13/02/2020 – Non c’è più tempo – Luca Mercalli
Luca Mercalli è un meteorologo che si occupa di divulgazione scientifica. È nota la sua partecipazione alla trasmissione Che tempo che fa.

Data da definirsi – Buono, Pulito e Giusto – Carlin Petrini
Carlin Petrini è fondatore dell’associazione Slow Food e padre della filosofia «Buono, Pulito e Giusto», parole, oggi più che mai, attuali.

La sua conferenza segnerà l’inizio di una collaborazione tra il Liceo Mazzarello e Terra Madre.

Il Ciclo di Conferenze sarà introdotto da un videomessaggio di Luciana Littizzetto, nel quale ci darà il suo punto di vista su «Prospettive».

Conferenze ed eventi serali aperti al pubblico

24/04/2020 – Musica da Film con Concerto dal vivo – Carlo Gaudiello & Orchestra
Una serata dedicata alle prospettive offerte dalla musica, che è colonna sonora non solo dei film ma della vita di ognuno di noi. L’orchestra che eseguirà le colonne sonore sarà diretta dal maestro Roberto Nasi e accompagnata alla tastiera da Carlo Gaudiello.

Carlo Gaudiello ha suonato e suona tutt’ora pianoforte e tastiera per artisti come Francesco De Gregori, Gianluca Grignani, Alberto Fortis, Iva Zanicchi, Syria, Malika Ayane, Adriano Celentano, Ron.

Roberto Nasi compositore, ha studiato musica da film con Ennio Morricone all’Accademia Chigiana di Siena. Autore di produzioni nazionali e internazionali ha scritto musiche in occasione del 150esimo dell’Unità d’Italia e delle Olimpiadi 2006. È membro della giuria di Senza Etichetta presieduta da Mogol.

Data da definirsi – La solidarietà. L’unico investimento che non fallisce mai – Pietro Bartolo
Pietro Bartolo è un medico e politico italiano. È noto per essere stato, dal 1992 al 2019, il responsabile
delle prime visite ai migranti che sbarcano a Lampedusa. Ha pubblicato due libri che narrano le sue
esperienze di vita: «Le stelle di Lampedusa» e «Lacrime di sale».

Quando lo abbiamo organizzato?

Gli incontri si svolgeranno nei mesi tra gennaio e aprile, in orario scolastico ed extrascolastico. Avranno l’obiettivo di coinvolgere il più possibile prima i ragazzi e poi le famiglie, condividendo prospettive sul futuro che possano rappresentare per tutti un buon punto di partenza o di svolta.

Perché lo abbiamo organizzato?

Ciò che ha spinto noi giovani a organizzare un Ciclo di Conferenze nella scuola è la convinzione che noi siamo il futuro e noi dobbiamo costruirlo. Perché non farlo partendo da grandi testimoni?

L’esempio a cui ci siamo ispirati è quello che ci hanno offerto i nostri ex compagni, organizzando per primi durante lo scorso anno un Ciclo di Conferenze (#C19) all’interno della nostra scuola.

I giovani hanno bisogno di modelli concreti, di gente che agisca oltre le parole. A tal proposito abbiamo scelto come relatori persone che non hanno timore di «sporcarsi le mani», che sanno porsi sempre nuovi obiettivi e che giorno dopo giorno lavorano con tenacia per raggiungerli. Insomma uomini e donne che possano rappresentare un punto di partenza.

Riteniamo che il Ciclo di Conferenze Prospettive sia una modalità di «cogestione intelligente», attraverso cui nella scuola si possono sviluppare momenti di dialogo, con il desiderio e l’obiettivo di creare giovani capaci di progettare il futuro.

Dove lo abbiamo organizzato?

Le conferenze si svolgeranno presso il nostro Liceo perché la scuola è il luogo in cui ogni giorno noi ragazzi siamo protagonisti, una palestra in cui ci alleniamo per prepararci alle sfide che ci attendono.

Quali sono i nostri obiettivi e le nostre finalità?

Come ogni progetto anche Prospettive ha degli obiettivi che il team organizzatore, ma non solo, auspica di raggiungere. L’obiettivo principale è che Prospettive rappresenti un’opportunità di crescita, per tutti.

Desideriamo coinvolgere i compagni in un progetto che miri a «gettare delle fondamenta» per la costruzione del nostro futuro.

Vogliamo imparare a metterci in gioco senza alcun timore, iniziando ad ascoltare voci e seguire esempi di chi questo coraggio nella vita l’ha avuto.

Il progetto in generale si pone l’obiettivo di offrire agli studenti del Liceo Mazzarello spunti ed esempi concreti che possano rappresentare per ognuno un punto di partenza.

Perché «Prospettive»?

Il Ciclo di Conferenze organizzato quest’anno si intitola Prospettive.

Questo titolo è stato scelto dal team organizzatore riflettendo su quale fosse la necessità più grande che noi giovani abbiamo. La risposta? Orizzonti più ampi e significativi, esperienze concrete di tenacia e modelli a cui ispirarsi per creare il nostro domani.

Infatti siamo certi che, attraverso la voce di persone che nel corso della loro vita hanno realizzato qualcosa di importante, noi giovani avremo la possibilità di conoscere nuovi modi di intendere la vita.

Ciò ci permetterà di imparare ad assumere prospettive diverse dalle quali guardare il mondo per cercare ispirazioni future.