Luoghi di libri

Daniele Dionisi – Madonna libertà

Vai alla scheda del libro

Leggere i libri di Biplane Edizioni è sempre un onore. Questa volta parto dalla copertina: la nuova storia del nuovo membro della squadra Biplane colpisce da una copertina che per la prima volta non segue il solito schema di pubblicazione: la grafica è diversa dal solito. Creare insieme una copertina per una storia: dettagli, disegni, grafiche, ingegno e scommesse per un mercato difficile. Insieme, un termine che ha già qualcosa di magico, perché amo le collaborazioni e ancora di più mi attraggono le copertine di questa giovane casa editrice.

Il secondo punto che prendo in esame questa volta è la descrizione dell’autore Daniele Dionisi, che riporta: “C’è poi l’altra vita. Anche in questa scrive, ma non ha nessun messaggio da comunicare.” Forse lui quando si è presentato pensava di non avere messaggi da comunicare, ma questa storia messaggi me ne ha lasciati tanti.

Un racconto diverso, una storia che tocca la maternità, l’amore adolescenziale, le disuguaglianze, le mancanze di un genitore, la voglia di ricominciare, la rabbia, la capacità di ridare un senso alla propria vita, di accettare scelte, perdite. Allungare la mano per sorreggere e ricominciare, per dare un senso ai propri fallimenti e ai propri sogni mai realizzati.

E’ stata una lettura che mi ha messo a nudo, è stato un percorso che mi ha coinvolto molto, che per tante ragioni mi sono sentita cucita addosso. Lucia e Adamo, una storia nata tra i banchi di scuola, che si ricuce venticinque anni dopo con strade diverse e vicissitudini diverse e con scelte ancora da prendere. Scelte non facili, scelte che possono portare nuovamente a perdere l’equilibrio, ma solo leggendo questa storia capirete se Lucia e Adamo saranno riusciti a ricucire i loro legami.

Bravissimo Daniele Dionisi: ha scritto questa storia con maestria, una storia non semplice quando un uomo deve riuscire ad avere una visione femminile, su argomenti che persino per una donna sono difficili da spiegare. Grazie Biplane anche questa volta per la vostra fiducia e per il vostro prezioso lavoro.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store


Biplane Edizioni


Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioniLeave a Comment on Daniele Dionisi – Madonna libertà

S.Alice Piangente – Umanità periferica

Vai alla scheda del libro

Nuova autrice in casa Biplane: una ragazza magica, dalle mille risorse. Protagonista di questa storia senza luogo preciso, Fosca. Ragazza schiva, solitaria, quasi aggressiva se qualcuno cerca rapporti con lei, cresciuta nelle periferie e con una storia non facile in famiglia. Riuscirà il suo professore di musica Eugenio a portare alla luce quello che è dentro il cuore di questa ragazza fragile?

Una storia piena di spunti, un racconto di un qualsiasi ragazzo nato e cresciuto nelle periferie frequentante scuole difficili a livello umano, dove le classi sono più campi di battaglia che legami e squadra, dove imparare non è prioritario, ma è il luogo più sicuro per stare lontano dalla strada, anche se non è detto che sia il fabbricato ideale a difendere da cattive compagnie. Poi compare un insegnante, un insegnante che ama il suo lavoro, che non si arrende davanti a situazioni difficili, che combatte per provare a dare un piccolo contributo: insegnare diventa secondario rispetto a spronare, a alimentare la fiducia in se stessi; una persona magica che davanti all’ostilità usa l’arma magica della gentilezza e del conforto.

Umanità parola magica che spesso è in disuso, umanità quella che spesso risulta difficile, ma anche in questa circostanza la musica aiuta a superare le barriere dalla comunicazione.

S.Alice Piangente ha una storia che mi piacerebbe vedere su un palco teatrale.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store


Biplane Edizioni


Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioniLeave a Comment on S.Alice Piangente – Umanità periferica

Alice Basso – Il grido della rosa

Vai alla scheda del libro

Eccoci nuovamente in compagnia di Alice Basso e della sua nuova protagonista Anita. Ormai Vani è un sottofondo che fa parte del passato, che spesso ritorna, ma Alice si sta facendo largo a gran voce.

Torino 1935. Periodo del fascismo, Anita prosegue nella sua decisione di lavorare e di aspettare a sposarsi (ma chi glielo fa fare a sposarsi che è tanto bello scrivere storie?) anche se il regime non vede di buon occhio che una donna abbia un impiego: deve badare alla famiglia e ai figli.

Lavorare per una rivista di gialli la aiuta ad avere una mentalità da detective e quindi a cercare e trovare la verità in quello che le succede intorno. Spalleggiata dalle sue amiche Clara e Candida riesce sempre a trovare soluzioni ai suoi quesiti. Anche questa volta riusciranno, lei e Sebastiano a scrivere il loro racconto, un racconto di denuncia e di verità, ma il magnetismo tra i due proseguirà, avrà dei risvolti?

L’unico modo per scoprire i dettagli nei rapporti dei protagonisti è leggere la seconda storia di Anita, mentre io aspetto la terza. Sapete che sono curiosa e sicuramente tifo per Sebastiano e non per Corrado.

I libri di Alice riescono sempre ad avere una leggerezza e un coinvolgimento che ti tengono stretti alle pagine, una volta iniziato non si può interrompere la lettura. Cosa state aspettando? Buona lettura.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioniLeave a Comment on Alice Basso – Il grido della rosa

Rosanna Caraci – Cartavetro

Vai alla scheda del libro

Era tempo che aspettavo il nuovo romanzo di un’amica, di una giornalista che coglie dinamiche e sfaccettature di una società che spesso ci dimentichiamo che esista per abitudine di sopravvivenza.

Storie che incontriamo tutti i giorni, ma a cui non diamo peso, per le quali dovremmo riflettere e iniziare per cambiare qualcosa, e se non proprio cambiare, migliorare una società spesso in declino.

Il covid e il lockdown non ci hanno resi migliori, ci hanno resi più egoisti e più spietati, più restii a porgere una mano. Dada, una donna matura, nel pieno del percorso della propria vita che con alti e bassi, ma soprattutto con ironia, cerca di navigare al centro dell’età delle riflessioni: chi sono, chi sono diventata, chi vorrei essere, perché devo sottostare quando posso scegliere, sono effettivamente capace nel mio lavoro, posso amare o devo accontentarmi.

Sicura e capace nelle competenze lavorative, tanto da non arrendersi e continuare a lottare per la sua posizione rischiando il licenziamento (e su questo tema denunciato parzialmente tra le righe potremmo aprire dibattiti infiniti).

Sarà l’età della protagonista, saranno in parte le vicissitudini del personaggio principale, ma in Dada mi sono ritrovata spesso, mi sono soffermata sui tanti lati che la storia tocca, insieme ai suoi personaggi, perfettamente equilibrati e in armonia.

Nota perfetta di questo libro l’introduzione di cui vi cito alcune righe: ”Un romanzo metropolitano, un giallo sentimentale, un saggio sulla diseguaglianza – anzitutto di genere – che vige sui luoghi di lavoro, piccoli o grandi che siano. Troverete tutto questo nelle pagine che state per leggere di Rosanna Caraci…

Se avete voglia di una visuale diversa e obiettiva di una routine che nemmeno vediamo più, leggete la storia di Rosanna Caraci e vedrete che avrete voglia anche voi di andare a comprare della Cartavetro da usare nell’immediato futuro.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store


Impremix Edizioni


Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioniLeave a Comment on Rosanna Caraci – Cartavetro

Davide Panzarella – Un autunno particolare

Vai alla scheda del libro

Nuovo autore in casa Biplane. Come sempre Edizione Biplane non mi delude: copertina come sempre azzeccata e il lavoro di ricerca di nuovi scrittori non lascia dubbi.

Un autunno particolare, una miscela esplosiva di verità, mistero, bugie, scoperte, fumetti, rapporti, domande scomode. Due fratelli che iniziano a indagare e a cercare un’autrice di fumetti cresciuta nel loro piccolissimo paese. Queste ricerche aprono nuovi orizzonti, danno la possibilità di fare nuove amicizie, ma portano alla luce scomode verità.

Sarà da questo intreccio di indizi che dovranno decidere come affrontare la famiglia e le loro relazioni all’interno di essa, dovranno decidere se le scoperte fatte li aiuteranno a maturare o a decidere di non dare una seconda possibilità.

In fondo tutti possiamo sbagliare, tutti possiamo prendere strade non corrette durante i percorsi della vita, tutti abbiamo cose che teniamo nascoste nel nostro cuore per proteggere chi amiamo, ma quando un adolescente scopre che tutto questo è stato fatto da un adulto, i piani cambiano, sembra di essere saliti su una giostra senza avere la possibilità di scendere, le certezze svaniscono anche davanti a un’educazione impeccabile. Quindi cosa fare? Come reagire? Perdonare o accusare?

Leggete Un autunno particolare, saprete dare le giuste risposte e vivrete veramente un autunno particolare innamorandovi di arte e fumetti.

Grazie Edizioni Biplane come sempre, e grazie a Davide Panzarella per questa sua voglia di portare il lettore in una realtà parallela.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store


Biplane Edizioni


Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioniLeave a Comment on Davide Panzarella – Un autunno particolare