Luoghi di libri

Alessandro Berselli – Gli eversivi

Vai alla scheda del libro

Che meraviglia quando trovi libri che ti tengono incollati alla storia, dove i personaggi ti coinvolgono e tu non vedi l’ora di girare la pagina per saperne il destino.

Unico neo: arrivi alla fine e ti senti orfano e speri che ci sia ad aspettarti un nuovo capitolo, una nuova indagine, ma ti rendi conto che devi aspettare.

Così messaggi all’amico autore e gli metti un po’ di pressione, o almeno ci provi.

Il libro di Alessandro Berselli è una ventata di aria fresca per chi ama il genere. Un’agenzia investigativa tutta al femminile, e tenere testa a tante donne in una storia non deve essere stato facile nemmeno nella fantasia, perché sappiamo che le donne riescono a essere dure, gentili, sensuali, brutali, testone, tutto allo stesso tempo.

La quarta di copertina dice già tutto sulla trama e questo è un libro che bisogna leggere per poterne parlare senza spoiler.

Ginevra, protagonista e titolare dell’agenzia, indaga con le sue ragazze ad un caso difficile: un padre che vuole proteggere la figlia che frequenta un controverso gruppo di estrema destra.

Ci sarà di mezzo la politica, il gruppo, ma anche dei morti, e soprattutto l’indiscussa regina di questa storia: Bologna.
Bologna come la si respira e come vive quotidianamente, le sue strade, la sua allegria, ma anche i vicoli più nascosti e più intimi, il suo drammatico passato e la sua storia.

Anche questa volta l’autore riesce a mescolare l’oggi con la storia, i personaggi con la sua città, l’aspetto politico (e non è un libro di politica) con i demoni del passato.

Gran bel viaggio, e visto che il finale lascia spazio a una nuova indagine per il gruppo investigativo, io mi siedo paziente e aspetto.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Loading

Posted in recensioniLeave a Comment on Alessandro Berselli – Gli eversivi

Sara Magnoli – Il cuore in guerra

Vai alla scheda del libro

Il retro del libro porta questa frase “La storia del Fermo e Lucia non è mai stata più attuale. Leggere Manzoni oggi è facile attraverso le parole di Sara Magnoli”.

Iniziano qui le mie confessioni: io ho iniziato a leggere veramente quando ho amato la storia dei Promessi Sposi, io che non ho fatto licei, ma scuola professionale, il mondo letterario era qualcosa di secondario nella nostra preparazione. Sono poi passata come tutti gli adolescenti tra Agatha Christie e libri rosa, ma Manzoni mi ha sempre affascinato.

Ed ecco che Sara Magnoli decide di prendere la storia di Fermo e Lucia e di ambientarla nel presente, nel nostro oggi. Noura e Lorenzo, Rudy, la Prof Cristofori, Il Principe della Piazza, ognuno di loro prende un ruolo della vecchia storia, dando vita a una nuova storia, quella che ognuno di noi incontra quasi tutti i giorni. Uno spaccato di società, uno spaccato dei ragazzi di oggi che troviamo sulla nostra strada tutte le mattine aspettando un treno o un bus. Etnie diverse che si mescolano e che “tentano” di integrarsi, ogni tanto riuscendo nell’intento ogni tanto no.

Fa pensare questo libro; è un libro in cui Sara crede, e anche noi di Luoghi di Libri, un libro che dovrebbe essere usato in tutte le scuole per insegnare Manzoni, ma per insegnare l’oggi, le differenze, le cattiverie, la paura, i gesti fatti per ferire. Una storia che analizzata porta a chiedersi chi ci circonda e perché spesso si reagisce solo per cattiveria e per egoismo.

Quando ho finito di leggerlo mi sono fatta questa domanda: gli adolescenti del 2023 sono nella maggioranza come Rudy o come Lorenzo? Anche nella mia adolescenza c’erano i buoni e i cattivi, ma forse avevamo meno mezzi e meno noia addosso, forse avevamo meno contatti con chi arrivava da etnie e mondi culturali diversi dal nostro. Ma devo essere sincera oggi tutto questo mi spaventa.

Docenti leggete questo libro, contattate Pelledoca Edizione e portate questa meravigliosa donna che sta portando alla luce nei suoi libri tanti punti oscuri dei giovani di oggi nelle vostre scuole. Sarà sicuramente un valore aggiunto per chi avrà la voglia di ascoltarla con il cuore in mano senza avere un cuore in guerra.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store


Pelledoca Editore


Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Loading

Posted in recensioniLeave a Comment on Sara Magnoli – Il cuore in guerra

Rosa Mogliasso – Uccidere, qualche volta

Vai alla scheda del libro

Noir decisamente diverso dallo standard. Tutti i personaggi in qualche modo imprigionati dalle loro insicurezze. Salteranno schemi, si mescoleranno ceti sociali diversi, usciranno dubbi sui singoli impulsi sessuali, anche le date anagrafiche saranno le più disparate.

Ripicche, soldi, amori, corrisposti e non, faranno cerchio sulla vera storia. Il rapimento sarà il penultimo atto, ma per far scendere il sipario tutti gli attori dovranno fare i conti con le proprie scelte e con le proprie decisioni.

Più che in un libro avrete la sensazione di essere a teatro, ma questo non è libro per tutti.

L’omosessualità latente, incompresa o dichiarata sarà il contenitore dove tutti dovranno fare i conti con se stessi e con il mondo.

Un libro che non rileggerei, dove la scrittura sicuramente incanta, dove il sociale esce preponderante sulla storia noir, ma che non mi ha tenuta incollata alle sue pagine e al suo viaggio.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Loading

Posted in recensioniLeave a Comment on Rosa Mogliasso – Uccidere, qualche volta

Elisabetta Cametti – Una brava madre

Vai alla scheda del libro

Chi è una brava madre? Cosa racchiude il concetto di madre? Nel nuovo lavoro di Elisabetta Cametti, le protagoniste principali sono le donne, donne con D maiuscola.

Un thriller psicologico che tiene incollati alle pagine; non è facile chiudere il libro per andare a dormire: la voglia di scoprire, di capire, di analizzare, di cercare insieme ogni donna presente nel libro ti fa dimenticare la dimensione in cui ti trovi.

Elisabetta riesce con la sua scrittura a farti danzare con le parole, sembra un alito di vento che ti spinge, ti tira, ti sussurra, che ti spreme e tu corri, soffri, ridi e tifi per tutte le ragazze che fanno parte della storia.

Giorgia la giornalista, Annalisa la poliziotta, Yuri l’amica segreta, Aria la tatuatrice, Lucrezia la donna dall’animo gentile, Sveva la mamma narcisista, Elsa la segretaria tutto fare, Penelope la bambina con vita difficile. Ognuna di loro evolve, cresce, matura, cade e si rialza davanti alle difficoltà della vita. Ognuno di loro ha una vita, una strada da percorrere, ma in qualche modo tutte le loro strade convergeranno in un punto. Non dimentichiamo che è un thriller, che ci saranno morti, sparizioni, indizi, domande ed enigmi da risolvere.
Cinquecento pagine che lasciano il segno, che non deludono. L’autrice sa tenere sempre la giusta tensione, non ci si annoia mai, sparge indizi, e li riprende pagine dopo senza lasciare mai note stonate.

E tu lettore nella tua testa crei la tua storia, quella per cui sicuramente farai il tifo per una dei loro e per più di loro. Ti fai domande, e torni al principio: chi è una brava madre? Chi ha il diritto di essere considerata una brava madre? Una brava madre è colei che distrugge tutto per un figlio?

Bisognerà leggere questo lavoro meraviglioso per darsi delle risposte.

Grazie Elisabetta, grazie del viaggio che mi hai fatto fare, un viaggio in una scrittura pulita e decisa senza fronzoli e soprattutto senza annoiare. Spero di trovare Annalisa e Giorgia di nuovo molto presto.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Loading

Posted in recensioniLeave a Comment on Elisabetta Cametti – Una brava madre

Giancarlo Piacci – I santi d’argento

Vai alla scheda del libro

Una storia dalle tinte noir, dove la protagonista indiscussa è Napoli accompagnata da Vincenzo, un uomo dal passato difficile, che cerca in tutti i modi di dimenticare chi è stato cercando di rifarsi una vita.

Un uomo, tornato al Sud dopo anni vissuti a Milano, frequentando e lavorando in posti dove droga e camorra tenevano banco, un uomo succube dei medicinali e dei fantasmi.

Vincenzo dovrà tornare a Napoli, dovrà affrontare il passato, i sentimenti accantonati e mai realmente affrontati, dovrà cercare di trovare una soluzione ai problemi suoi e di chi a Milano si era preso cura di lui.

Durante il viaggio in questa storia, la partecipazione di Napoli sarà importantissima, ci saranno momenti in cui la città verrà descritta come Vincenzo vorrebbe che fosse, poi ci sono momenti in cui viene descritta come è realmente, per alternare momenti di descrizioni di vicoli e strade come sono ora.

Vincenzo dovrà fare i conti con l’amicizia, la solitudine, la vita di strada, la camorra, la delinquenza, i ricatti, l’amore, la casa in cui è vissuto, le relazioni con la madre, ma soprattutto con quel fascino e quell’inquietudine che Napoli lascia a chi sa realmente respirarla e viverla.

Napoli puoi pensare di conoscerla, ma non è realmente quello che tu pensi che sia.

Ho apprezzato la scrittura di questo libro, la storia meno. La descrizione di Napoli è meravigliosa.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Loading

Posted in recensioniLeave a Comment on Giancarlo Piacci – I santi d’argento