Enrico Pandiani – Naufragio

Vai alla scheda del libro

Cosa ci fanno quattro tedeschi, una coppia di inglesi e una di italiani in crociera sul lago Maggiore in un gelido e piovoso gennaio? Sembra una barzelletta, ma non lo è. Un downburst, evento insolito ma non raro, si abbatte sul lago, rovescia l’imbarcazione e quattro dei passeggeri ci lasciano la pelle. Per la precisione il conte Felice Murazzano e sua moglie Ilaria, la signora Francesca Edwards e Rolf Sparwasser, un ex militare degli incursori della marina tedesca. Sopravvivono al disastro e vengono raccolti dal battello che fa la spola fra Intra e Laveno Arthur Edwards, proprietario della Manderley, casa d’aste di Manchester specializzata in immobili e auto d’epoca, Herr Allgäuer-Obatzda, avvocato della Corte di Giustizia federale, Georg von Weißlacker, ex dirigente del Servizio federale di intelligence e la moglie Renate.

Perché si sono ostinati a fare quella crociera prenotata da tempo nonostante le condizioni atmosferiche più che avverse? Cosa legava un gruppo così composito? E soprattutto, cosa è davvero accaduto? Si è trattato di un banale incidente o era tutto premeditato?

Sono domande che l’imperturbabile e misterioso Numero Uno della BEST pone ai quattro latitanti più ricercati di Francia giunti, con questo romanzo, alla loro terza avventura. Max, Abdel, Sanda e Vittoria, benché ancora provati dopo la complicata indagine di pochi mesi prima, devono accettare la nuova sfida: Numero Uno conosce le loro vere identità e non ha alcuna intenzione di lasciare che vivano tranquilli nella precaria nicchia di pace che hanno costruito per se stessi a Torino. A malincuore accettano e la caccia ha inizio. Davvero a malincuore? Un po’, certo, ma l’adrenalina che circola veloce nel sangue è parte del loro DNA e in fondo si divertono, proprio come noi lettori. Stavolta sarà Abdel, con la sua perfetta conoscenza di auto nuove e d’annata e relativi motori, a dare il ritmo alla danza. Perché è intorno alle vetture d’epoca che ruota l’enigma della barca affondata insieme agli eventi successivi di cui i nostri saranno testimoni.
Intanto, conosceremo la soluzione di un altro caso al quale l’avvocato Teodoro Barattieri, compagno di Abdel, si dedica da tempo: lo sterminio della famiglia del medico albanese Lorik Hyusaj avvenuto nel dipartimento delle Ardenne diversi anni prima.

Al di là della ineccepibile trama gialla, dell’accurata descrizione di auto d’epoca e della loro storia, la bellezza dei libri di Pandiani risiede nell’umanità dei suoi personaggi, nei mai dimenticati temi sociali, nelle perfette descrizioni di paesaggi, nella scrittura morbida e attenta al dettaglio, nell’indagine dei meccanismi che muovono l’agire umano. Ascolteremo Abdel rievocare la sua vita, carica di urla e furore:
“Aveva pensato che ciascuno di noi nasconde un abisso coperto da una crosta sottile che si può sgretolare in ogni momento facendoci precipitare.” (pag. 136)

E per il resto seguiremo con il giusto batticuore questa nuova, brillante, imperdibile avventura dei quattro latitanti più ricercati di Francia.

Francesca

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Loading

Posted in recensioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *