Riccardo Landini – La strana morte di Alessandro Cellini

Vai alla scheda del libro

Astore Rossi, restauratore di mobili e arredi di pregio, detective improvvisato e uomo destinato a passare non pochi guai, nasce dalla penna indiavolata di Riccardo Landini il quale da tempo ci racconta le sue incredibili avventure.

Ma ecco un veloce ritratto del Nostro:
Figlio di un medico di modesta levatura, svogliato studente di medicina al secondo anno, fidanzato con una dolce biondina cui avevo promesso eterno amore, mi ero ritrovato don la fama di spacciatore a imparare il mestiere del restauratore, abbandonato da tutti quelli che, sino a pochi mesi prima, rappresentavano il mio mondo.” (pag. 40)

E ora, alcuni anni e avventure dopo, Astore sta cercando di metabolizzare la morte dell’amico carissimo Oscar Bordoni mentre vorrebbe recuperare il rapporto con l’amata Anthea e il piccolo Jacopo, figlio di entrambi. Una difficile storia d’amore la loro: lui in Italia, lei a Zurigo, Svizzera, per lavoro. Molte telefonate che terminano con furibondi litigi e la speranza, siamo sotto Natale, di potersi rivedere nel paese di Garbano dove abita la madre di Anthea, trascorrere qualche giorno insieme e fare progetti – finalmente – per il futuro. Ma un nuovo incidente di percorso colpisce Astore. Qualcuno lo minaccia per iscritto e di persona senza che lui riesca a capire di chi si tratta. Potrebbe essere una delle perfide sorelle Spada? Eppure a lui risulta che siano entrambe morte nell’incendio di Villa Ruggeri. E se così non fosse? Finché un giorno gli capita di leggere sul quotidiano locale della morte di Alessandro Cellini, suo ex compagno di università, quello per il quale Astore aveva accettato di finire in galera assumendosi una colpa che non aveva. Un omicidio per il quale il commissario Grandi lo sospetta nonostante Astore abbia modo di dimostrargli che non c’entra. E intanto, un po’ con l’aiuto dell’amico ciabattino e vicino di casa Remo, un po’ da solo, cerca di sbrogliare la matassa preoccupato che il suo persecutore – o persecutrice – finisca per prendersela con Anthea e Jacopo appena approderanno in Italia, al solo scopo di infliggergli sofferenza. Ma per quanto Astore tenti di capire il legame esistente fra la morte di Cellini e il misterioso individuo o misteriosa creatura che lo vuole morto, costui/costei sembra sempre essere un passo avanti a lui, pronto a ingaggiarlo in un gioco perverso di inganni e falsi indizi. Così, ancora una volta, Astore rischierà la vita e non da solo, come scopriranno i lettori.

Landini è un ottimo costruttore di storie capaci di tenere incollati alla pagina i suoi lettori, non solo per gli eventi burrascosi dei suoi protagonisti, ma per i molti riferimenti letterari che arricchiscono la vicenda rendendola di lettura estremamente piacevole e anche, perché no, divertente.

Francesca

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Loading

Posted in recensioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *