Laura Marinaro – Maremoto a Varigotti

Vai alla scheda del libro

Milano. Febbraio 2021. Alina Ferrari è Colonnello dei Carabinieri nella caserma di via Moscova. In seguito alla morte dei genitori è rimasta sola e dopo varie delusioni amorose non ha un compagno, solo il lavoro e la stretta amicizia con Marino Di Leo, ex ufficiale dell’Arma ormai in pensione. Gli incubi legati alla morte di due giovani donne, una moldava e una rumena, ufficialmente modelle in realtà escort, la tormentano. Gli omicidi, avvenuti in due luoghi iconici, Villa Necchi Campiglio e la piscina di De Chirico nel giardino della Triennale, sono stati di inusitata violenza e caratterizzati da inquietanti similitudini tanto che Alina pensa a un killer seriale.

Meglio dunque seguire il consiglio di papi Di Leo e accettare il Comando Provinciale a Savona, allontanarsi da Milano e prendere le distanze dall’orrore. Alina conosce bene quella parte di Liguria. Da bambina ha trascorso le vacanze nella villa del padre, ricco imprenditore, nel parco di Le Manie teatro, purtroppo, di un altro efferato omicidio avvenuto nel 1975 e sul quale, con l’idea di distrarla dal caso milanese, la spinge a indagare Marino Di Leo.

Ignara di quello che l’aspetta, Alina parte per Savona e contatta a Varigotti Carlo Ruffini, l’ufficiale dei carabinieri che all’epoca si era occupato della morte della giovane, bellissima e molto corteggiata cameriera Lena Ionescu, uccisa proprio a Le Manie in una notte in cui tutti erano chiusi in casa poiché si attendeva un possibile maremoto. Sarà Carlo a raccontarle, poco alla volta, la storia di un omicidio fotocopia di quelli avvenuti a Milano e di un’indagine lunga e infruttuosa. Ma sarà senza dubbio il finale a rendere sconvolgente questo giallo perfetto.

Francesca

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Loading

Posted in recensioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *