Luoghi di libri

Luca Bianchini – Le mogli hanno sempre ragione

Vai alla scheda del libro

Il titolo è già una garanzia di successo, ma quando sentiremo mai un uomo dire: “le mogli hanno sempre ragione”?

Nuova sperimentazione per Luca Bianchini, il poliziesco, dove il maresciallo Clemente è il protagonista principale umano, perché leggendo le pagine di questa storia il vero e principale protagonista è Polignano a Mare e la Puglia. La storia si svolge in mezzo alla storia, alle abitudini di questo meraviglioso paese, alla gente che lo respira con tutte le consuetudini e le dinamiche giornaliere: raccontare, apparire, ostentare, origliare, curiosare, ma anche cullarsi nell’odore del mare, delle cucine, della sabbia.

Per dipanare la matassa delle indagini ci vorrà tanta pazienza, ma tutti i personaggi femminili inseriti nel romanzo avranno un ruolo fondamentale per la ricostruzione della storia, vuoi perché le donne sono il fulcro e l’anima di un piccolo paese di mare, vuoi perché la donna ha sempre un ruolo fondamentale nella vita quotidiana, vuoi perché Luca i suoi personaggi riesce sempre ad animarli con un’anima importante e qualche volta anche ingombrante.

Nuovo viaggio che consiglio, per passare ore spensierate, per sognare quel mare limpido, quando noi vediamo le montagne quotidianamente, per sentire l’odore del mare mentre vi scorreranno le pagine sotto gli occhi accompagnate da una leggera brezza marina.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Posted in recensioniLeave a Comment on Luca Bianchini – Le mogli hanno sempre ragione

Carla Marcone – L’isola dei fiori di carta

Vai alla scheda del libro

Carla Marcone, autrice napoletana nota per l’attenzione amorevole che dedica ai suoi personaggi e la precisione delle parole per raccontarli, torna a noi con la nuova edizione totalmente riveduta del suo primo romanzo pubblicato nel 2005.

Una storia tutta al femminile ambientata su un’isola del Mediterraneo, quale sia non viene detto e, in fondo, poco importa. L’isola in sé, come luogo avulso dal mondo ha un suo arcaico simbolismo, una sua valenza psicoanalitica, se vogliamo: un luogo conclusus nel quale le vicende s’intrecciano e permangono, dal quale fuggire è quasi impossibile e chi ci riesce non fa una bella fine; un luogo di dolore e crudeltà, di speranze infrante e di abbandoni. Ma anche un luogo dove, e nonostante tutto, l’Amore – sì, proprio quello con la A maiuscola – riesce a prevalere, a sbocciare e che il fiore sia di carne o di carta, come quelli che la sordomuta Clara crea ogni giorno con ossessiva costanza, di nuovo poco importa. Al destino di Clara e della figlia Rossella – ma è poi vero, ci spinge a chiederci l’autrice, che siamo noi gli artefici del nostro destino? – si uniscono quelli di Maria, sua vicina di casa e amica protettiva; dei figli di quest’ultima, Gino e le diversissime gemelle Piera e Antonina; della ricca e viziata Sara; della perfida suor Matilde detta La Robespierre; della madre di Maria, Linda e di Elena, la sua compagna per la vita; della orribile Tersilla e del marito Fabian, forse unico elemento maschile del libro a suscitare la nostra simpatia di lettori. Non mancano alcuni interessanti rimandi alla Storia dell’ultima guerra e al cinema, grande amore della Marcone.

Limpida e fluida la scrittura, con un rispetto sconfinato per l’uso di ogni termine; forti, determinate e combattive quasi tutte le figure femminili; amore, amicizia, compassione e persino cattiveria sono elementi potenti in questo bel libro fra le pagine del quale aleggia, dall’inizio alla fine, un mistero irrisolto e oscuro nascosto in una scatola di latta.

Della stessa autrice ricordiamo e consigliamo anche Teresa Filangieri, una duchessa contro il mondo e Dove aspetta la tempesta, entrambi potenti affreschi di due epoche diverse e di due mondi lontani.

Francesca

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store


Scrittura&Scritture


Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Posted in recensioniLeave a Comment on Carla Marcone – L’isola dei fiori di carta

Sabrina Galli – L’affluente [#audioteca]

Là, dove gli abbracci e le visite sono ancora vietati, dove l’isolamento genera solitudine e sconforto, il suono di una voce può essere determinante per alleviare il peso di una giornata altrimenti infinita. Una voce che arriva nitida e non filtrata da mascherine e visiere.

Quella voce, per noi e per voi, si nutre ovviamente di immagini tratte da libri e racconti. E’ la voce delle ragazze de Lo Scatolino di Ars e Corde, degli stessi autori e anche nostra, tutti meravigliosi interpreti di racconti. Come meravigliosi sono gli autori che, quei racconti, ce li regalano. E noi li regaliamo a voi, ovunque siate, affinchè possiate scacciare la noia e la solitudine in nostra compagnia.

Questo il nostro abbraccio virtuale per voi tutti.
Buon ascolto!

I racconti possono essere ascoltati direttamente su questa pagina oppure cliccando su è possibile scaricarli e ascoltarli più tardi.

13/04/2022

L’affluente di Sabrina Galli con la voce di Loredana Zapparoli

Vai all’audioteca completa

Posted in #vicinimadistanti, audioteca, lettureLeave a Comment on Sabrina Galli – L’affluente [#audioteca]

Toshikazu Kawaguchi – Finché il caffè è caldo

Vai alla scheda del libro

In quanto tempo si raffredda un caffè? E soprattutto quando un caffè si considera freddo? A temperatura ambiente? Quando è tiepido? Nonostante questi cavilli è innegabile che il tempo di raffreddamento di un caffè sia un tempo breve.

In una storica caffetteria giapponese basta solo sedersi ad un tavolino per viaggiare nel tempo, ma il viaggio dura solo finchè il caffè resta caldo e poi va bevuto per non restare intrappolati nell’altra dimensione. Viaggi nel tempo per riparare errori, chiarire questioni in sospeso e pronunciare frasi non dette, tutto al fine di poter essere felice. Messaggi importanti sottesi nelle vicende dei diversi viaggiatori nel tempo.

Come si costruisce la felicità? Richiede piccoli gesti come prendere un caffè. Richiede coraggio, il coraggio di un viaggio ignoto nel tempo e il coraggio di riparare a scelte sbagliate. Per ottenere la felicità è necessario riparare i nostri irrisolti, interni a noi stessi o con i nostri cari e lo si può fare con un gesto che può sembrare enorme ma che alla fine richiede poco tempo, giusto ‘Finchè il caffè è caldo‘, e che non è impossibile. D’altronde è possibile viaggiare nel tempo. Per essere felici è fondamentale riparare il passato, perchè non è detto che il futuro ci offra la possibilità di ottenere il medesimo risultato (i viaggi nel futuro sono i più incerti) e per non portarci dietro un grosso fardello emotivo che alieni il presente. E se non si riesce a rattoppare il passato si rimane incarcerati in esso come coloro che si scordano che devono bere il caffè finchè è caldo per poter tornare al presente perchè fagocitati dal dolore del loro passato.

La vita ci fa incontrare le persone che ci possono rendere felici in maniera inusuale, in luoghi banali come una caffetteria. Ci sono persone votate alla felicità altrui, ma rischiano ,come Kazu, di scordarsi della propria, mentre si può occuparsi degli altri passando di tanto in tanto il testimone a qualche altro piccolo venditore di felicità. Il segreto è tramandare la cultura della felicità di madre in figlia.

Patrizia

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Posted in recensioniLeave a Comment on Toshikazu Kawaguchi – Finché il caffè è caldo

Andrea Malabaila – L’amore ci farà a pezzi

Vai alla scheda del libro

Nuovo autore per il nostro parco #appuntidiviaggio, nuova scoperta anche se lo conoscevamo già nelle vesti di Andrea della Casa Editrice Las Vegas.

Qui invece Andrea Malabaila ci parla della vita e dell’amore con la casa Editrice Clown Bianco. La copertina parla da sola: una tennista sul campo da tennis, e direte voi, quale può essere il legame tra sport, amore e vita?

Andrea sceglie il tennis come metafora per raccontare Andy, che è stato una giovane promessa del tennis, che ha su di sé molte aspettative, ma che la vita lo porta a incontrare Monika. Un viaggio piacevole dove gli umori, i sentimenti, i sogni e le aspettative dei due vengono accompagnati e paragonati al gioco del tennis come una dolce metafora della vita.

“Se pensate che il tempo viaggi a una velocità costante allora non avete mai giocato a tennis e non vi siete mai innamorati. Ve lo avevo detto fin dall’inizio: è tutta una questione di cuore, è il suo battito che regola la nostra percezione temporale”.

Mai parole più vere, e da atleta del nuoto, vi posso assicurare che la stessa metafora può essere usata in tutti gli sport, come tante altre contenute nel libro. La sconfitta, la paura, il mettere a segno un punto, i riflettori puntati su quello che dovrai per forza essere agli occhi del mondo, il fallimento di non aver dato dimostrazione di quanto vali, fa parte del gioco e della vita.

Andy sarà spesso in difficoltà, come tanti giovani alla sua età: aver ricevuto un’educazione dove devi sempre essere il migliore è dimostrarlo, porta ad avere dubbi, in tutti i lati della vita, anche nell’amore. Monika invece gioca una partita diversa: si butta, sperimenta, non si accontenta e si fa prendere dalle incertezze di una relazione stabile nel suo paese di origine, ma il contatto con Andy la attrae e la destabilizza.

Come una partita … qui c’è Andy, una pallina e il battito del suo cuore, per me ci sono io, un blocco di partenza e il battito del cuore. Ad ognuno la sua partita e ad ognuno la sua vittoria personale.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Posted in recensioniLeave a Comment on Andrea Malabaila – L’amore ci farà a pezzi