Luoghi di libri

Alessandro Berselli – Il liceo

Vai alla scheda del libro

“Devo riconoscerlo. Adoro la convivialità del vino. Il senso di leggerezza che produce nelle lunghe conversazioni a tavola ma anche quella sua capacità di riuscire a farci guardare in profondità dentro noi stessi.”

In questa frase è racchiusa l’essenza di un buon libro, di un buon bicchiere di vino, di un autore di una semplicità unica e profonda che non è sinonimo di superficialità, e il mio significato di “libertà”.

Il liceo di Alessandro Berselli l’ho raccontato in una delle nostre serate in pillole durante l’inverno, ma non mi stancherò mai di parlarne e sentirne parlare. Il nostro autore e amico riesce a rendere semplice con un racconto anche quello che apparentemente non è: la morte di una ragazza.

Siamo abituati a libri dal taglio più politico psicologico, ma questo non delude assolutamente: bullismo, disagio adolescenziale, assenza genitoriale che si mischia con l’etica e il perbenismo che stanno dietro a una classe dirigenziale di apparenza più che di sostanza.

Un libro che ho letto d’un fiato, in cui mi sono divertita a paragonare e ad intrecciare le storie dell’autrice Sara Magnoli, che a differenza di Alessandro vive i ragazzi nelle presentazioni e non in laboratori di scrittura, ma che scrive libri sui loro disagi e i loro punti d’ombra e sui loro punti di forza.

Qui il protagonista principale è un insegnante, Lorenzo, che farà i conti con la propria coscienza durante il libro e che si troverà ad analizzare con la collega Milena quello che lo circonda, dove il risultato deve essere sempre il benessere degli alunni.

Se non lo avete letto, scegliete un buon bicchiere di vino, sedetevi davanti a un panorama da mozzafiato durante un tramonto e lasciatevi cullare da queste pagine. Al termine farete i conti con il vostro io interiore, ma sarà stata una bellissima avventura.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Posted in recensioniLeave a Comment on Alessandro Berselli – Il liceo

Monica Catalano – Il grattacielo

Vai alla scheda del libro

Tema di grande importanza in questo viaggio verso il futuro: i cambiamenti climatici. Monica Catalano si immagina la terra nel 2052, miscelando il tema sociale con una buona dose di adrenalina per l’andamento del racconto.

Nuova penna, primo romanzo, ma una scrittura fluida che richiede sempre una marcia in più nella lettura: Anna, dovrà districarsi tra un ambiente ormai diventato ostile e trovare e salvare chi le sta inoltrando messaggi con richieste di aiuto in mezzo ad operazioni bancarie.

Riuscirà la nostra protagonista a dipanare il mistero e ad aiutare chi si trova dall’altra parte del monitor a chilometri di distanza o tutto finirà in una semplice bolla di sapone?

E soprattutto siete pronti a leggere come la nostra autrice immagina Torino, protagonista anche lei tra le pagine del libro nel 2052? Voi avete mai pensato come potrebbe essere in futuro, camminare nelle strade della vostra città? I colori saranno sempre vivi o saranno spenti e camminare nella coltre nebbia sarà routine? Seguite la fantasia di Monica e vedrete che questo viaggio sarà sicuramente piacevole con tanti spunti di riflessione.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store


Golem Edizioni


Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Posted in recensioniLeave a Comment on Monica Catalano – Il grattacielo

Diego Collaveri – Nel silenzio della notte

Vai alla scheda del libro

Nuovo viaggio, questa volta mi aspetta la città di Livorno, che non solo è il luogo dove troviamo ambientata questa storia, ma è uno dei personaggi sornioni e pulsanti di questo nuovo romanzo di Diego.

Livorno si racconta e ci racconta tanto da essere per buona parte del libro la preparazione di una scenografia, che deve essere perfetta per ospitare i suoi attori e il loro racconto.

Tre donne, diverse tra loro, ma con un comune denominatore: le ferite della vita. Tre perfette sconosciute che si integrano nella città di Livorno con un meccanismo perfetto non senza difficoltà. Il tutto viene integrato e amalgamato con temi sociali difficili, importanti e non sempre affrontati dalla società.

Così troviamo Luciano e Claudia, ad indagare su una scomparsa legata al traffico di ragazze dell’est, portate in Italia per occupare ruoli non sempre dignitosi.

In questo libro trovate un Diego Collaveri sceneggiatore, ma anche un uomo che vuole portare a galla silenzi dettati da una società che guarda solo più al suo giardino. Diego costruisce una storia con una dinamica importante, dove tre donne la fanno da padrone, per tornare alla fine al nostro incipit e per spiegarci che in fondo le storie sono sempre più complesse di quello che vedono gli occhi: bisogna metterci il cuore per scavare in profondità e trovare la vera soluzione.

Un libro da leggere, per la delicatezza e per la profondità dei personaggi che ti rimangono incollati addosso, Dina in primis.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Posted in recensioniLeave a Comment on Diego Collaveri – Nel silenzio della notte

AA.VV. – Tutto Sotto. Sotto il pelo dell’acqua

Vai alla scheda del libro

Cos’hanno in comune con l’acqua venti autori diversi? Tutti la bevono, chi liscia chi gassata. Tutti ci si lavano. Alcuni di loro la usano anche per innaffiare piante, fiori e giardini. Ma non sono questi utilizzi ad accomunarli, bensì la medesima antologia che dell’elemento liquido ne fa oggetto di mistero.

Venti racconti, tutti di genere noir, giallo, horror, fantasy o thriller, qualcuno ambientato in epoche passate, la maggior parte ai giorni nostri o a breve distanza da lì, qualche altro velato di magia e leggenda. Unico elemento, l’acqua: fiumi, laghi, torrenti, canali, pozze, pozzanghere. Dai laghi di Avigliana al lago della Spina di Pralormo, da Torino a Ivrea, dal lago d’Orta al lago Maggiore, dalla Val Lemina alle Valli di Lanzo, alla Valsangone.

“[…] l’acqua è dispensatrice di vita, di salvezza ma anche di pericolo, di disgrazia se non si fa abbastanza attenzione, chiedetelo a Odisseo che sulla superficie dell’acqua ha affrontato mille difficoltà, persino il canto delle sirene.”, così scrive nell’introduzione Carlo F. De Filippis, che della materia narrativa gialla e nera se ne intende.

Quindi, se vi piace il mistero e apprezzate leggere i racconti, cosa aspettate? Fatevi… Sotto!

Luisella

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)

Posted in recensioniLeave a Comment on AA.VV. – Tutto Sotto. Sotto il pelo dell’acqua