Luoghi di libri

Stefano Frino – Il monte Avzè [#audioteca]

Là, dove gli abbracci e le visite sono ancora vietati, dove l’isolamento genera solitudine e sconforto, il suono di una voce può essere determinante per alleviare il peso di una giornata altrimenti infinita. Una voce che arriva nitida e non filtrata da mascherine e visiere.

Quella voce, per noi e per voi, si nutre ovviamente di immagini tratte da libri e racconti. E’ la voce delle ragazze de Lo Scatolino di Ars e Corde, degli stessi autori e anche nostra, tutti meravigliosi interpreti di racconti. Come meravigliosi sono gli autori che, quei racconti, ce li regalano. E noi li regaliamo a voi, ovunque siate, affinchè possiate scacciare la noia e la solitudine in nostra compagnia.

Questo il nostro abbraccio virtuale per voi tutti.
Buon ascolto!

I racconti possono essere ascoltati direttamente su questa pagina oppure cliccando su è possibile scaricarli e ascoltarli più tardi.

31/03/2021

Il monte Avzè da Il Gallo nella borsa di Stefano Frino letto da Mimma Caserta

Vai all’audioteca completa

Posted in #vicinimadistanti, audioteca, lettureLeave a Comment on Stefano Frino – Il monte Avzè [#audioteca]

Lino Lava – Le foglie muovono il vento

Vai alla scheda del libro

Di norma è il vento che scuote le foglie sui rami degli alberi, o che trasporta con sé quelle cadute a terra. Che siano invece le foglie stesse a muovere il vento è, a suo modo, una strana forma di ossimoro, che non è solo “un giro di parole”, come lo definisce uno dei personaggi, ma è una lotta per essere se stessi.

È il 1982, alcuni membri delle Brigate Rosse, responsabili del rapimento di un generale americano, vengono arrestati. Enrico Curioni è un giornalista di cronaca incaricato di scrivere un articolo in merito. Viene a conoscenza di torture subite in carcere dai terroristi imprigionati ma il direttore non intende pubblicarlo per preservare Enrico da eventuali ritorsioni. Inizia così il romanzo di Lino Lava che, prendendo spunto dalla vicenda politica, si dipana tra sentimenti, rimorsi, passioni non solo del protagonista, Enrico, ma anche degli altri personaggi, amici e non.

Che gente conoscevo? Erano così diversi i miei amici dalle persone che Silvia frequentava. In realtà, io non sapevo catalogare le persone che frequentavo. I miei amici non avevano tutti una collocazione sociale precisa. Alcuni erano completamente diversi dagli altri.

I colleghi della redazione del giornale, gli amici dell’alta società, quelli dei locali meno chic: sono questi, in una sintesi estrema, gli ambienti e la fauna in cui si muove Enrico, anche a bordo della sua Aurelia. E lui usa appunto una metafora automobilistica per definirsi: “una potente macchina sportiva” con “sotto il cofano […] il motore di una piccola utilitaria”. Ma è forse solo la sua opinione, quella di un uomo a cui piace complicarsi “la vita ed essere triste”, che non riesce a essere soddisfatto del suo lavoro, delle donne che vorrebbero amarlo.

Che deve trovare il modo per essere una foglia che muove il vento.

Luisella

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store


Golem


Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioniLeave a Comment on Lino Lava – Le foglie muovono il vento

Ilaria Tuti – Fiore di roccia

Vai alla scheda del libro

Ormai mi conoscete e sapete che ho bisogno di tempo quando finisco un libro. I pensieri si devono depositare, le idee devono diventare lucide e il viaggio deve essere ripercorso nella mia testa.
Nel tempo ho cambiato il modo di leggere i libri: in passato era foga di lettura, oggi è piacere di perdersi nei tanti sentieri che una storia ti indica.

E di sentieri e di strade percorse si parla in Fiore di roccia. Un libro che ho amato, che mi è entrato dentro, che mi ha fatto piangere, commuovere, che mi ha trasmesso la voglia di lottare ogni giorno, anche quando il corpo non ne ha più voglia. Il miglior libro da me letto nel 2020, il libro che con altri titoli rimarranno scolpiti nella mia memoria. Perchè i libri sono belli, piacciono, sono scritti bene, ma quelli che ti rimangono nell’anima e nelle cellule (e di cui ricorderai sempre la trama) non sono tantissimi. Non vuole essere discriminante, ma chi di voi ricorda tutte le trame dei libri letti?

Esattamente come i film. Ma torniamo a Ilaria Tuti. Ho iniziato a leggere senza conoscere la trama e senza sapere cosa avrei trovato sul percorso; leggo la Tuti a prescindere, sulla fiducia, e quando non ho trovato la protagonista Battaglia nelle prime pagine sono rimasta spaesata. Spaesata, ma non persa. L’autrice ti prende per mano e ti porta per sentieri, ti accompagna dentro un periodo di guerra con le portatrici di munizioni di medicinali su quelle cime di confine.

Una guerra, dove le donne pesano, ma spesso fanno lavori faticosi, dove i sentimenti sono mischiati alla paura, dove solo il “fiore di roccia” può provare a sopravvivere a freddo, vento, bombardamenti, raffiche di fucile, paura, dolore, incoscienza e determinazione.

Un libro mai scontato, un libro che insieme alle “assaggiatrici” della Postorino ti portano a conoscere e vedere per la prima volta ruoli della guerra che non conosci. Dinamiche dietro a sentimenti e vite che sono cambiate per la sopravvivenza in quel periodo.

Non fatevi spaventare dall’argomento, perché anche lontana dalla nostra amata Battaglia, Ilaria Tuti, vi farà amare un libro in tutti i suoi aspetti. Grazie per questo meraviglioso viaggio.

Simona

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioniLeave a Comment on Ilaria Tuti – Fiore di roccia

Sara Magnoli – Uno squarcio all’orizzonte [#audioteca]

Là, dove gli abbracci e le visite sono ancora vietati, dove l’isolamento genera solitudine e sconforto, il suono di una voce può essere determinante per alleviare il peso di una giornata altrimenti infinita. Una voce che arriva nitida e non filtrata da mascherine e visiere.

Quella voce, per noi e per voi, si nutre ovviamente di immagini tratte da libri e racconti. E’ la voce delle ragazze de Lo Scatolino di Ars e Corde, degli stessi autori e anche nostra, tutti meravigliosi interpreti di racconti. Come meravigliosi sono gli autori che, quei racconti, ce li regalano. E noi li regaliamo a voi, ovunque siate, affinchè possiate scacciare la noia e la solitudine in nostra compagnia.

Questo il nostro abbraccio virtuale per voi tutti.
Buon ascolto!

I racconti possono essere ascoltati direttamente su questa pagina oppure cliccando su è possibile scaricarli e ascoltarli più tardi.

24/03/2021

Uno squarcio all’orizzonte di Sara Magnoli letto da Sara Alessandra Sottile de Lo Scatolino di Ars e Corde

Vai all’audioteca completa

Posted in #vicinimadistanti, audioteca, lettureLeave a Comment on Sara Magnoli – Uno squarcio all’orizzonte [#audioteca]

Christian Frascella – Cadaveri a sonagli

Vai alla scheda del libro

Lasciato Contrera, protagonista dei romanzi con cui ho conosciuto Christian Frascella, mi sono avventurata nella lettura della sua ultima fatica: “Cadaveri a sonagli”. Temevo di sentire la mancanza dello scalcinato investigatore torinese e, invece, mi sono ritrovata in una girandola di personaggi a dir poco singolari, che non mi ha fatto rimpiangere nulla.

Anche qui c’è qualcosa della sconsideratezza e della stravaganza di Contrera e del disagio di Barriera di Milano, variamente distribuito nella fantasiosa e multiforme tipologia di caratteri che non potrebbero apparire, ad una prima occhiata, meno simili tra loro. Uomini e donne di età e provenienza diverse, che mai immagineremmo potessero avere a che fare tra loro, si trovano coinvolti in una spirale di eventi e coincidenze fortuiti che generano, a loro volta, un incastro mirabilmente costruito di ulteriori casualità, con un effetto catastrofico, inarrestabile: un tragicomico susseguirsi di raggiri e delitti in una cascata di scelte sbagliate e disperate, che evocano nel lettore un misto di ilarità e amarezza, sorrisi e ribrezzo.

Tutti i personaggi, però, hanno in comune un tratto: incarnano, in fondo, debolezze e istinti inconfessabili che potrebbero appartenere al lato oscuro di ognuno di noi, motivo per cui, nonostante spesso le loro azioni e i loro moventi siano permeati da egoismo e totale mancanza di scrupoli al limite del grottesco, il lettore non riesce a condannarli completamente. Alcuni di loro riescono perfino a ispirare vera e propria simpatia, forse per la sfrontatezza con cui portano avanti i propri interessi a dispetto di tutto e tutti, considerando efferatezze e crimini con la stessa leggerezza che riserverebbero ad un qualunque progetto di ordinaria quotidianità.

Una lettura divertente, dal ritmo incalzante, che mantiene sempre viva la curiosità del lettore, sicuramente consigliata a chi ancora non conosce questo autore, ma anche, per chi lo ha già seguito nella serialità dell’investigatore privato torinese dei suoi ultimi romanzi.

Mimma

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Posted in recensioniLeave a Comment on Christian Frascella – Cadaveri a sonagli