Guido Marangoni – Anna che sorride alla pioggia

edoardo, 20 Febbraio 2020

Vai alla scheda del libro

L’obiettivo di Guido Marangoni, l’autore di questo libro è quello di sdoganare e alleggerire il tabù della sindrome di Down, parlandone in maniera ottimista e focalizzandosi su altre caratteristiche della figlia Anna.

Ad esempio quando scoprì che la moglie era incinta prima di preoccuparsi se fosse in salute o meno si focalizzò come tutti in primis sul sesso del nuovo arrivato, e sperava tanto in un maschietto per ristabilire un minimo di equilibrio in casa, alla prima ecografia la dottoressa gli disse che la bimba era afflitta dalla trisomia 21.

Nella prima parte del libro colpisce quanto Guido e Daniela siano coppia, si capisce dai comici aneddoti raccontati dall’autore che ironizza su tutto, anche quando sbaglia. Scrive questo libro anche per far capire che per lui pur non essendo per la prima volta genitore si sentì come neofita del mestiere, ma condividendo questa sua fragilità sperava che il dolore si potesse alleviare e ricevere incoraggiamenti vari.

Una delle cose che diverte di più Marangoni è proprio collezionare le reazioni delle persone quando scoprono che la loro bambina è down, o quando, dopo la sua nascita, la vedono per strada. Tra questi c’è chi guarda Anna con una faccia perplessa, piena di pietà per la piccola e per i genitori, e chi invece sorride spontaneamente perché vede in lei semplicemente una bellissima bambina.
Guido vuole mostrare, attraverso Anna che sorride alla pioggia, un racconto di frammenti di vita, le sue debolezze, le fragilità, i dubbi che accompagnano un padre durante la gravidanza, le paure sul futuro di Anna.

Vuole far conoscere la sua esperienza, che scopre essere comune a tante altre persone, vuole cercare di eliminare i pregiudizi che molti hanno nei confronti della disabilità: vuole proteggere la propria bambina come tutti i padri desiderano fare. Inizia così a parlare di fronte a un pubblico, raccontando la storia di Anna, la bellezza e l’allegria che ha portato il suo arrivo, girando per teatri e scuole cercando di sensibilizzare adulti e bambini.

Ciò che personalmente ammiro di più è la positività e la forza con cui riesce a parlare di questa problematica non solo davanti ad amici e familiari, ma anche davanti a migliaia di persone, senza la paura che qualcuno possa burlarsi della bambina, e sono sicuro che se anche sentisse una battuta, probabilmente, si metterebbe a ridere.

 

Ti interessa acquistare questo titolo? Vai allo store!

Amazon

Feltrinelli

IBS

Mondadori Store



Verifica la disponibilità in biblioteca (SBN – Servizio Bibliotecario Nazionale)

Visualizza la mappa delle biblioteche (Anagrafe Biblioteche Italiane)