John Grisham – La resa dei conti

Vai alla scheda del libro

Insolito romanzo di Grisham questo, che ci permette di viaggiare nel profondo sud degli Stati Uniti d’America e non solo.

Siamo nel 1946 a Clanton, contea di Ford, Mississippi. Pete Banning, pluridecorato eroe di guerra appena tornato dalle Filippine, proprietario terriero di una vasta tenuta coltivata a cotone, padre amorevole di Joel e Stella, marito amatissimo della loro madre Liza, da un anno rinchiusa in una casa di cura per malattie mentali dopo quello che si racconta essere stato un forte esaurimento nervoso, e fratello di Florry con la quale condivide la proprietà, uccide a sangue freddo il pastore metodista Dexter Bell. Perché?

Pete si rifiuta di spiegarne il motivo a chiunque glielo domandi, familiari o avvocati che siano, fino ad accettare senza batter ciglio la pena capitale. La sua morte trascinerà la famiglia in un vortice di desolazione, nella perdita finale della proprietà e nella scoperta dei veri motivi dell’omicidio di Pete Banning.

Una storia dal sapore shakespeariano fatta di segreti, bugie e atti mancati nella quale compare, e non a caso, per un brevissimo istante, lo scrittore Faulkner, al quale immaginiamo che la vicenda sarebbe di sicuro piaciuta. Di estremo interesse la parte centrale del libro ‘Il campo d’ossa’ che descrive in modo preciso e sconvolgente, la marcia della morte di Bataan e la successiva strenua resistenza opposta ai giapponesi nelle Filippine dai soldati americani abbandonati a Luzon dopo la resa del generale Douglas MacArthur.

Lo stile piano e distaccato di Grisham trascina il lettore pagina dopo pagina in un vortice di sorprese e storia vissuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *